Riaperta la scuola materna S.Anna
Il punto con l’assessore Vincenzo Ascani

di Luisa Troia

Lunedì mattina tutti puntuali, bambini genitori e maestre hanno ripreso le attività nella rinnovata scuola materna, che da agosto era stata chiusa per la rottura dell’impianto idraulico.
L’amministrazione ha riconsegnato la scuola al Plesso scolastico castellano già due settimane fa, questi giorni sono stati necessari per il trasloco degli arredi dalla scuola Testa dove erano stati ospitati provvisoriamente da settembre.
Tutti esprimono soddisfazione per una scuola davvero rinnovata: l’impianto termo idraulico radiante, la sistemazione del verde del giardino, con il prato, le potature degli alberi, i giochi; la sistemazione degli spazi esterni antistanti la scuola, un piazzale ben pavimentato e recintato.

Non finisce così, continua l’assessore Vincenzo Ascani, l’impegno dell’amministrazione per il miglioramento degli edifici scolastici andrà avanti con altri lavori. Sul S.Anna e sul Sales l’amministrazione ha riottenuto, grazie al gruppo regionale del centrosinistra, il finanziamento di 100 mila euro che la giunta regionale aveva a suo tempo cancellato, insieme ad altri 50 mila per l’acquisto dei giochi che invece sono persi. A giugno si potranno sostituire tutti gli infissi al S. Anna, ristrutturare l’area esterna ed i cornicioni del Sales. Per i giochi si cercherà di ottenere il necessario attraverso le offerte migliorative presentate dalle ditte in sede di gara pubblica.

Per la scuola media possiamo dire che entro pochi giorni la ditta aggiudicataria firmerà il contratto con il Comune e inizierà l’installazione di un impianto fotovoltaico di 17 kwh sul tetto della scuola. Come offerta migliorativa abbiamo ottenuto dalla ditta i lavori di impermeabilizzazione del tetto stesso, opera quanto mai necessaria per risolvere un annoso problema d’infiltrazioni.

Anche il plesso di via della Libertà è oggetto di lavori in corso. L’assessore spiega il rifacimento del muro di recinzione in corso d’opera insieme alla messa in sicurezza della scarpata; ma soprattutto i lavori per la creazione della nuova entrata della scuola primaria e materna, con uno spazio pubblico e attrezzato per bambini, genitori a disposizione del quartiere. I lavori prevedono anche la sostituzione degli infissi del piano terra dell’edificio, quello del refettorio.

Tali lavori si completeranno in giugno quando prenderanno il via gli interventi previsti nel nuovo capitolato d’appalto del servizio mensa. La Vivenda, che gestisce la mensa scolastica, in base a quanto da lei offerto nel capitolato di gara inizierà lavori di adeguamento degli spazi mensa e sostituzione delle attrezzature della cucina.
Su questo, aggiunge l’assessore Ascani, abbiamo già aperto un confronto con il comitato genitori, per raccogliere eventuali suggerimenti in merito agl’interventi previsti nel progetto presentato da Vivenda. Ma per ampliare la discussione, conclude Ascani, pubblicheremo sul sito comunale e anche su Zizziripenne (se siete d’accordo…) le tavole di progetto sulle quali ragionare di possibili miglioramenti.

Lunedì 14 marzo 2011

 
 
 
 












 
 

La tua opinione




 
Link  Sitemap
 
Copyright 2009 - 2010