Castello sceglie il Centrosinistra e Grillo

di Pino Salinetti e Angelo Moreschini, 1 marzo 2013

L’attesa per la formazione di un Governo nazionale all’altezza della domanda di cambiamento espressa, in forme diverse, dalla maggioranza del popolo italiano. La vittoria netta di Zingaretti e del Centrosinistra. Questo è l’esito del voto a Castel Madama, per la Camera, il Senato e la Regione, con i dati riportati per ciascuna delle sei sezioni.

Raffronti Camera 2001 - 2013
 
Raffronti elezioni Regionali 2010 - 2013
 
Risultati Elezioni 2013 per Sezioni a Castel Madama
 
Risultati Elezioni Camera 2013 per sezioni a Castel Madama
 
Risultati Elezioni Regionali 2013 per Sezioni a Castel Madama
 
Risultati Elezioni Senato 2013 per sezioni a Castel Madama
 

CAMERA A Castel Madama non c’è stato un calo dei votanti, che sono rimasti l’81%, gli stessi del 2008.
Il centrosinistra ottiene il 34% dei consensi, 5 punti in più rispetto alla media nazionale. Il PD è intorno al 26%, come in Italia, mentre SEL ottiene più del doppio: il 7,3%.
Il centrodestra, al contrario, è votato dal 26% degli elettori, 3 punti in meno della media nazionale. Il partito di Berlusconi è al 20,5%, al di sotto dello standard.
Il Movimento 5 Stelle, che si presentava per la prima volta alle elezioni politiche, conquista un voto ogni quattro elettori, il 25,5%, in perfetta media nazionale.
Il centro di Monti, Casini e Fini ottiene un risultato deludente, sotto il 9%, meno della media nazionale.

RISPETTO ALLE ELEZIONI POLITICHE DEL 2008 , il centro è stabile; il centrosinistra perde circa 600 voti (quasi un elettore su quattro), mentre il centrodestra circa 550 voti (un elettore su tre non l’ha rivotato).
L’eccezionale voto del M5S sembra provenire, quasi in parte uguali, sia da elettori che nel 2008 votarono per il centrosinistra, sia da quelli che votarono per il centrodestra.

REGIONALI Alle regionali il voto cambia profondamente.
Il M5S scende dal 25% al 16%;
Il Centrosinistra dal 34% sale al 47% (6% in più della media regionale);
Il Centrodestra resta stabile al 27%; il centro scende al 6%.
Il dato lascia pensare che i cittadini orientati a sinistra hanno votato il M5S alle politiche e Zingaretti alle regionali.
Mentre gli ex elettori di centrodestra alle regionali non hanno optato per Storace, che resta al 27%, al di sotto della media regionale del 29%.
La distanza tra centrodestra e centrosinistra è del 20%, 870 voti in più per Zingaretti.

RISPETTO ALLE REGIONALI DEL 2010 , a Castel Madama Storace scende dal 48,5% della Polverini al 27% (il 21,5% in meno); mentre Zingaretti dal 51% della Bonino scende al 47% (solo 4% in meno).

 
 
 
 
 
 

La tua opinione





 
Link  Sitemap
 
Copyright 2009 - 2010